Vincisgrassi

 
I vincisgrassi sono una ricetta tipica regionale e si dice siano stati preparati in onore del generale austriaco Windisch Graetz che si era fatto valere nella difesa della città di Ancona contro le truppe napoleoniche nel 1799. Questo gustoso primo piatto è una variante della pasta al forno, molto rustico e tradizionale: è considerato il piatto della festa che viene preparato nelle ricorrenze più importanti dell’anno. 

Ingredienti: pollo, rigaglie, cipolle, carote, sedano, pomodori, lasagne, parmigiano reggiano grattugiato, sale e pepe, olio di oliva, carne di suino, carne bovina, pancetta, brodo.

Preparazione: tagliare a listarelle la pancetta e in pezzi piccoli i vari tagli di carne: il maiale, il manzo e infine le rigaglie di pollo. Tagliare finemente il sedano, la carota e la cipolla e metterli in una casseruola a rosolare per 5 minuti, con dell'olio extravergine d'oliva insieme alla pancetta. Lasciare insaporire il tutto per qualche minuto quindi unire il manzo e il maiale, lasciando cuocere per una decina di minuti, fino a quando la carne raggiungerà un colorito bruno. Aggiungere la passata e aggiustare di sale e di pepe. Aggiungere quindi al sugo anche le rigaglie di pollo e mescolare con un cucchiaio di legno; coprire con un coperchio e lasciare cuocere per un’ora e mezza circa, girando di tanto in tanto e aggiungendo del brodo se il ragù dovesse seccarsi. Il ragù dovrà essere ben cotto e addensato. Una volta pronto il ragù, mettere i vincisgrassi in una pirofila dai bordi alti: porre qualche cucchiaio di sugo sul fondo quindi foderare la teglia con un primo strato di lasagna, coprire con un cucchiaio abbondante di ragù e un cucchiaio di parmigiano grattugiato. Continuare così fino a formare almeno una decina di strati (è una caratteristica dei vincisgrassi) e terminare con uno strato di ragù e una manciata abbondante di parmigiano. Cuocere in forno caldo a 180° per 30 minuti e tirarli fuori non appena si sarà creata una bella crosticina dorata sulla superficie.
 
 
 

Le Attrazioni di Macerata

 
 Posizione attrazione
 Struttura ricettiva
 Evento
 Attrazione
 
 

Attrazioni di Macerata in Evidenza

Scopri l'attrazione: Torre Civica

Torre Civica

La Torre Civica, alta 64 metri, è uno dei simboli di Macerata ed uno dei migliori edifici del genere nella regione Marche. Dalla sua terrazza si gode un...

Scopri l'attrazione: Teatro

Teatro "Lauro Rossi"

Nel XVI secolo venne allestita all’interno del Palazzo Comunale una sala della commedia che venne impiegata fino al 1662, quando il Governatore della...

Scopri l'attrazione: Chiesa di S. Paolo

Chiesa di S. Paolo

La chiesa di San Paolo, progettata dal barnabita Ambrogio Mazenta da Milano, fu costruita tra il 1623 ed il 1655. L’interno ad una navata, illuminato...

Scopri l'attrazione: Macerata - Mercato delle erbe Rampa Zara

Macerata - Mercato delle erbe Rampa Zara

Il Mercato delle Erbe è un’occasione per fare una spesa diversa: si avrà l’occasione di conoscere direttamente gli artefici della...

Scopri l'attrazione: Chiesa di S. Maria della Porta

Chiesa di S. Maria della Porta

La chiesa sotterranea di S. Maria della Porta era in origine dedicata a S. Maria Assunta in Cielo e pertanto monumento secolare della credenza dei popoli...

Scopri l'attrazione: Chiesa di S. Filippo

Chiesa di S. Filippo

Nel 1611, a Macerata, a soli due anni dalla canonizzazione di San Filippo Neri si dedicava una chiesa alla Congregazione lungo la Strada Nuova; ampliata e...

 

Itinerari per visitare Macerata