Il Carciofo di Montelupone - Presidio Slow Food

 

In provincia di Macerata, nel territorio collinare compreso tra le valli del fiume Chienti e del Potenza, cresce il carciofo di Montelupone, noto anche come “scarciofunu” o “scarciofinu”. Di colore viola intenso, ha dimensioni più piccole rispetto alla media e non ha peluria interna né spine esterne. Caratteristico dell’omonimo comune, è una varietà tardiva e si differenzia in due ecotipi: uno dei due ha foglie più seghettate, è più precoce, si raccoglie dalla fine di marzo, e più produttivo; l’altro ha foglie meno seghettate,una dimensione della pianta più piccola, si raccoglie più tardi e produce meno. Quando la pianta è giovane, arriva a produrre dieci capolini (inflorescenze del carciofo), ma dopo qualche anno scende ad appena quattro. A causa di questo rapido calo produttivo e della resa più bassa della media (5,5 tonnellate per ettaro, a differenza, per esempio, del romanesco che arriva a 10 tonnellate), il carciofo di Montelupone è conosciuto solo a livello locale ed è distribuito in una zona limitata, nonostante la sua altissima qualità.

Tuttavia, grazie al gusto saporito e molto dolce, è protagonista di molti piatti tipici, come le tagliatelle ai carciofi, i carciofi fritti e i carciofi alla giudìa. Storicamente, a Montelupone, i primi capolini, quelli più grandi, sono cucinati in padella interi con finocchio selvatico, foglie di aglio fresco, varie erbe aromatiche locali, olio, sale e vino bianco, mentre i capolini più piccoli sono scottati e poi messi sott’olio.
Stagionalità : La raccolta è scalare e si svolge nel mese di aprile. Nelle campagne di Montelupone i contadini coltivano i due ecotipi di questa varietà di carciofo principalmente per il consumo familiare, preservando così la biodiversità locale. I produttori del Presidio sono riuniti nell’associazione "Produttori del Carciofo di Montelupone" che si è dotata di un disciplinare in linea con la filosofia di Slow Food, prevedendo il divieto dell’uso di concimi e diserbanti chimici di sintesi, di ormoni e di altri stimolanti della crescita.

Tra una coltivazione di carciofo e la successiva, inoltre, è necessario reintegrare la fertilità del suolo, coltivando per almeno due anni specie vegetali ad azione biocida come ad esempio alcune leguminose.
Area di produzione: Il territorio collinare del comune di Montelupone, a circa 400 metri di altitudine
Presidio sostenuto da: Comune di Montelupone, Banca di Credito Cooperativo di Recanati e Colmurano


INFO:
Associazione Turistica Pro-Loco Montelupone
Via Regina Margherita, 1
62010 Montelupone (MC)
Telefono e fax: 0733 226419
info@prolocomontelupone.com 


 

Il Carciofo di Montelupone - Presidio Slow Food

Piazza del Comune, 1
Montelupone (MC)
0733 226421/2 0733 226042


Consigliato per: Family - Business - Enogastronomia
 
 

Le Attrazioni di Montelupone

 
 Posizione attrazione
 Struttura ricettiva
 Evento
 Attrazione
 
 

Attrazioni di Montelupone in Evidenza

Scopri l'attrazione: Teatro Nicola degli Angeli

Teatro Nicola degli Angeli

L’architetto Ireneo Alaendri, dopo aver realizzato la facciata del Palazzo Comunale, presenta nel 1869 un progetto di sala teatrale con pianta ellittica...

Scopri l'attrazione: Museo Demo-Antropologico d'Arte e Mestieri Antichi

Museo Demo-Antropologico d'Arte e Mestieri Antichi

Il museo, di recente istituzione, è situato nei sotterranei del Palazzo Comunale. Si compone di otto vani, così suddivisi: il lavoro nei campi,...

Scopri l'attrazione: Pinacoteca Civica

Pinacoteca Civica

Inaugurata il 27 giugno 1998, la raccolta custodisce opere provenienti sia da enti religiosi, sia da raccolte pubbliche e private: essa documenta l&rsquo...

Scopri l'attrazione: Museo Storico Fotografico

Museo Storico Fotografico

Il museo, inaugurato nel 2008, ha sede all’interno di Palazzo Bordoni, antico edificio settecentesco situato nel cuore del centro storico di Montelupone....

Scopri l'attrazione: Abbazia di San Firmano

Abbazia di San Firmano

L'abbazia benedettina fu voluta da una pia signora della famiglia Grimaldi di Montelupone e la sua fondazione risalirebbe al 986. Nel 1248 il monastero...

Scopri l'attrazione: Chiesa di S. Francesco

Chiesa di S. Francesco

Chiesa di San Francesco di Montelupone è un autentico gioiello architettonico riaperto il 26 dicembre 1999 dopo oltre sessant’anni d’incuria...

 

Itinerari per visitare Montelupone