Servigliano

 
Località
Piazza Roma, 2 - Servigliano (FM)
0734.750583 0734.710618
 
Il centro storico, i monumenti e i musei del Comune sono parzialmente fruibili. Per informazioni  contattare 0733-52056


Servigliano
è piccolo centro della provincia di Fermo e rientra tra i Borghi più belli d'Italia.  Il suo nome (che richiama un Servilius o la gens Servilia) deriva da un insediamento romano che sorgeva a 4 chilometri di distanza in posizione più elevata rispetto all'attuale locazione. Nel 1771 il paese franò e fu ricostruito da Papa Clemente XIV prendendo in suo onore il nome di Castel Clementino. La costruzione proseguì sotto Pio VI. Nel 1863, con l'unità d'Italia, il paese riprese l'antico nome. Nel 1915 a Servigliano fu costruito un grande campo di prigionia che dalla prima guerra mondiale fino al 1955 condizionerà pesantemente le vicende storiche del paese che vide la presenza di prigionieri austriaci, ebrei, greci, inglesi, americani e maltesi; dimezzato sotto il fascismo, venne utilizzato per contenere fino a 5.000 prigionieri nella Seconda Guerra Mondiale. E' presente a Servigliano la Casa della Memoria, un'aula didattica multimediale presso l'ex stazione ferroviaria, che mette a disposizione di giovani, studiosi e appassionati un ricco archivio storico, nonchè materiali didattici e scientifici che illustrano le vite di chi sostò e transitò per questi luoghi.  Tra le attrazioni turistiche ricordiamo: le mura castellane quadrangolari risalenti al 1700; l'antichissima Chiesa di Santa Maria del Piano, che conserva una statua dell'Assunta ( XV secolo), un Crocefisso del 1500 oltre a un bellissimo coro in olmo; l'ex Convento dei Frati Minori Osservanti; la settecentesca Collegiata di San Marco; il Palazzo Pubblico, il ponte sul fiume Tenna, le Porte del borgo e Palazzo Filoni, affrescato in epoca neoclassica.  Da segnalare due splendide ville rurali: Villa Brancadoro e Villa Vecchiotti.
Nella settimana di Ferragosto la città di Servigliano, già Castel Clementino, torna all'anno 1450 con dame, cavalieri, giostre e taverne medievali. La rievocazione  Torneo Cavalleresco Castel Clementino ricorda la donazione da parte dell’Abate di Farfa, alla comunità di Servigliano, della Piana di San Gualtiero, avvenuta nel 1450.  A giugno ricorre poi l’appuntamento con la solenne Infiorata del Corpus Domini. Dall’alba gli ‘infioratori’ iniziano ad allestire lo splendido percorso floreale nel quadrato del centro storico, con scene tra arte e sacralità, motivi geometrici che esaltano l’impianto architettonico neoclassico del paese e figure che si ispirano ai simboli di questa festa cristiana.




 
 
 

Le Attrazioni di Servigliano

 
 Posizione attrazione
 
 

Attrazioni di Servigliano in Evidenza


-

I Birrifici artigianali

La strada del gusto