Montalto delle Marche

 
Località
Piazza Umberto I, 12 - Montalto delle Marche (AP)
0736.828015 0736.828002
 

Il comune di Montalto delle Marche è sito nella fascia collinare che va dalla costa Adriatica alla Catena dei Sibillini, ad una distanza percorribile in venti minuti, sia dal mare che dalla montagna.
Il territorio era frequentato già nella preistoria e, infatti, il Museo Archeologico ospita numerosi reperti del neolitico (6.000 a.c.) e della cultura appenninica (2.500 a.c.), picena (VII sec. a.c.), romana e di epoche successive. 

Nel 1215 San Francesco d'Assisi, secondo la tradizione popolare, sceglie questo territorio per diffondervi la sua Regola, fondando nella pace di un bosco secolare il Convento delle Fratte, ricco di affreschi di scuola giottesca. 
In questo convento compirà i suoi studi Felice Peretti che, eletto Papa nel 1585 con il nome di Sisto V, darà a Montalto il titolo di Città. Durante il suo secondo anno di pontificato (1587), donò alla sua "patria carissima" il Reliquiario con Imago Pietatis e Scene della Passione (detto "Reliquiario di Montalto"), oggetto di straordinario valore artistico. Esso, realizzato in oro e pietre preziose, è conservato presso il Museo Sistino Vescovile. Alcuni dei privilegi concessi dal pontefice permisero a Montalto di divenire non solo un centro culturale ed artistico attivo e ricco di interesse per le opere qui conservate, ma anche di mantenere alcuni privilegi fino all'Unità d'Italia. 

A Montalto delle Marche nacque l'architetto Giuseppe Sacconi, conosciuto soprattutto per essere stato il progettista dell'Altare della Patria a Roma. Il suo studio è stato ricostruito nella Pinacoteca Civica della città.

Interessanti sono altresì il Museo delle carceri, dove sono presenti graffiti e disegni dei reclusi sulle pareti delle celle e al cui interno è installato un impianto fonico attraverso il quale è possibile ascoltare storie autentiche dei carcerati drammatizzate da una compagnia teatrale, ed il museo L'Acqua, la Terra, la Tela, entrambi presso la sede municipale (lesionata dal terremoto del 2016).

Le frazioni che attualmente costituiscono il comune di Montalto sono Montalto/Sistina, Patrignone, Porchia e Valdaso. In frazione Patrignone la Porta del Borgo porta l'epigrafe di Re Manfredi. Il centro medievale ben conservato fu patria di Antonio Bonfini, umanista di fama internazionale, primo storico della nazione ungherese. Di particolare pregio la Chiesa romanica di Santa Maria in Viminato contenente affreschi dei sec. XIV, XV, XVI. 
Nella frazione Porchia, il Torrione risale al XIV secolo; frammenti del passato medievale si colgono in tutta la struttura del paese. Si possono ammirare una pregevole tavola del Pagani e una stupenda Natività del XV secolo affrescata nella Cripta della Chiesa di Santa Lucia. A Valdaso l'alternarsi geometrico dei frutteti con i campi coltivati ad orto dà al paesaggio il carattere di un'umanizzazione totale. Il torrione dell'antico mulino di Sisto V spunta imponente tra i coltivi.

Il centro storico, i monumenti e i musei del Comune sono parzialmente fruibili. Per informazioni scrivere al Numero Verde del Turismo della Regione Marche (numeroverde.turismo@regione.marche.it) o contattare i telefoni indicati sotto.


 
 
 

Le Attrazioni di Montalto delle Marche

 
 Posizione attrazione
 Struttura ricettiva
 Evento
 Attrazione
 
 

Attrazioni di Montalto delle Marche in Evidenza

Scopri l'attrazione: Musei Civici - Pinacoteca – Museo Archeologico – Museo “L’Acqua, la Terra, la Tela”

Musei Civici - Pinacoteca – Museo Archeologico – Museo “L’Acqua, la Terra, la Tela”

I musei sono ubicati nello Storico Palazzo Comunale, edificio del 1587. la pinacoteca raccoglie parametri, arredi sacri e dipinti che provengono da edifici di...

Scopri l'attrazione: Basilica Cattedrale S. Maria Assunta e S. Vito

Basilica Cattedrale S. Maria Assunta e S. Vito

La chiesa di Santa Maria Assunta è il duomo di Montalto delle Marche. La diocesi di Montalto fu fondata da papa Sisto V nel 1586. Alla sua morte (1590)...

Scopri l'attrazione: Museo Vescovile

Museo Vescovile

Inaugurato nel marzo 2002, il museo sorge nell’edificio ottocentesco dell’ex seminario vescovile ed ospita opere d’arte provenienti da...

Scopri l'attrazione: Sisto V a Montalto delle Marche e Grottammare

Sisto V a Montalto delle Marche e Grottammare

La disputa tra Montalto e Grottammare circa il luogo di nascita di Sisto V, ha origini assai remote, risalenti al secolo XVII. È però ormai...

Scopri l'attrazione: Museo delle Tombe Picene

Museo delle Tombe Picene

Venti tombe picene restaurate e risalenti al VI-VII secolo avanti Cristo, con tutto il loro corredo di oggetti matrimoniali, fibule in bronzo e ambra, spade e...

Scopri l'attrazione: Santuario di San Tommaso Becket di Canterbury

Santuario di San Tommaso Becket di Canterbury

Il 1° dicembre 1617, il consiglio comunale di Montedinove dava l'assenso, come volevano le leggi ecclesiastiche, per l'erezione di un convento di Frati...

 

Itinerari per visitare Montalto delle Marche

Scopri l'itinerario: Terra di Papi

Terra di Papi

Magnifici luoghi in cui i Pontefici hanno fatto la storia

The Genius of Marche Arte e Cultura   Spiritualità e Meditazione   3 giorni

Scopri l'itinerario: Itinerario Sistino ai confini del Piceno

Itinerario Sistino ai confini del Piceno

In un fazzoletto di 30 Km tra la marca fermana e ascolana, ancora oggi si può percepire e toccare con mano la storica presenza di Papa Sisto V, tra l’eredità di opere, gioielli preziosi e palazzi monumentali, simbolo dell’attaccamento del Pontefice per la sua terra d’origine.

The Genius of Marche Arte e Cultura   Spiritualità e Meditazione   Dolci Colline e Antichi Borghi   2 giorni