La mappa dell'itinerario

 

Chiese Museo in Provincia di Ascoli Piceno

 

Un viaggio tra i capolavori nel segno del Crivelli

 

L’itinerario inizia qui, ad Ascoli Piceno, in una delle piazze in stile rinascimentale più belle del mondo, Piazza del Popolo. Percorrendo gli splendenti lastroni di marmo travertino della Piazza, lasciandosi alle spalle la Chiesa di San Francesco e dirigendosi verso Piazza dell’Arringo, si raggiunge la Cattedrale di Sant’Emidio, Basilica ricca di opere d’arte. La facciata, realizzata tra il 1529 e il 1539 su disegno di Cola dell’Amatrice, è la porta d’accesso ad una miriade di straordinarie opere d’arte, su cui svetta sopra l’altare lo splendido Polittico di Carlo Crivelli. Sfuggito alle spoliazioni napoleoniche che hanno depauperato il patrimonio pittorico italiano nel corso dei secc. XVIII, l’imponente opera, che descrive i tratti regali della Vergine, è l’unica realizzata dal maestro veneto ad essersi conservata integra in tutte le sue parti, compresa la complessa cornice. 

Ma la ricchezza di opere d’arte di prim’ordine in questa zona caratterizza anche il territorio circostante. A Comunanza, la Chiesa originaria di S. Caterina d’Egitto, in stile neoclassico, è ricca di statue di Santi e stucchi dell’artista ascolano Domenico Paci e una suggestiva Via Crucis di scuola carraccesca del XVII sec. Di notevole interesse sono le opere raffiguranti S. Giovanni Battista, S. Giuliana e le anime del Purgatorio e La Madonna di Loreto di Giuseppe e Pierleone Ghezzi e Antonio Mercurio Amorosi, artisti di grande fama e originari di Comunanza, attivi a Roma tra il XVII e il XVIII secolo.

Anche la Chiesa di S. Filippo e dell’Immacolata Concezione, a Ripatransone, edificata su progetto dell’architetto romano Francesco Massari, allievo e collaboratore del Borromini, è una perla da visitare. Ha l’interno riccamente decorato in ori e stucchi, opera del milanese Mastro Tobia e del perugino Lorenzo Vibi. La cripta ospita dal 1996 il Museo della Civiltà Contadina ed Artigiana del medio Piceno.

Montefiore dell’Aso si trova un altro edificio religioso ricco di fascino. Si tratta della Chiesa di S. Francesco, edificata, secondo quanto riportato dalla Bolla di Papa Innocenzo IV del 17 giugno 1247, grazie alle elemosine raccolte dai frati francescani. Nella parte sottostante il sepolcro del Cardinale Gentile Partino, vi sono alcuni riquadri raffiguranti cinque colli con in cima cinque querce, o roveri. L'autore del monumento, rimasto ignoto, si pensa fosse un'artista che abbia operato presso la corte angioina, ambiente con il quale il cardinale doveva essere particolarmente legato.
Gli stessi discendenti del Cardinale Partino, commissioneranno a Carlo Crivelli, intorno al 1470, uno splendido polittico, per abbellire ancora di più la Chiesa di San Francesco. 


 
 
 

Chiese Museo in Provincia di Ascoli Piceno

Durata: 2 giorni
Appartiene a: Itinerari culturali
Da fare in: Estate - Inverno - Primavera - Autunno
Consigliato per: Family - Cultura - Leisure
 

Le Attrazioni visibili nell'itinerario

Attrazione di Chiesa di S. Filippo Neri

Chiesa di S. Filippo Neri

La Chiesa di S. Filippo e dell’Immacolata Concezione, ubicata tra via Consorti e via Margherita, fu edificata tra il 1680 e il 1722 su progetto dell&rsquo...

Attrazione di Cattedrale di Sant'Emidio

Cattedrale di Sant'Emidio

La Cattedrale di Sant' Emidio è un edificio composito di tipo basilicale, risultato di molti adattamenti e sovrapposizioni avuti tra l’VIII e il...

Attrazione di Chiesa di San Francesco

Chiesa di San Francesco

L’edificazione della chiesa di S. Francesco fu possibile grazie alle elemosine raccolte dai frati francescani secondo quanto riportato dalla Bolla di Papa...

 
Attrazione di Chiesa di S. Caterina

Chiesa di S. Caterina

La chiesa originaria di S. Caterina d’Egitto, presente nell’antico catasto ascolano del 1381 come Ecclesia Sancta Catarina into Castrum, fu demolita...

 
 
 

Le Località toccate dall'itinerario

 
 

Altri Itinerari

Continua il tuo viaggio alla scoperta delle Marche attraverso le numerose proposte di itinerari disponibili

 

& altri 155 itinerari