Treia - Bar Ristorante "Il Grottino"

 
Situato all'angolo tra la piazza principale e Via Lanzi, nella Palazzina progettata dal Valladier che oggi ospita l'Accademia Georgica.
Ha una strana struttura a forma di budello, ricavata da un seminterrato dell'edificio. Gli interni si caratterizzano per le pareti con mattoni a vista, soffitti con volte reali e a botte e archi a tutto sesto.
L'ultima finestra si apre sull'arena del gioco del pallone con il bracciale.
Gli arredi sono in legno rustici e si accompagnano a divani in stile moderno.

Agli inizi del '900 era una cantina già chiamata Grottino, dove si vendeva e beveva vino. La scrittrice e poetessa Dolores Prato, lo cita nel libro autobiografico "Giù la Piazza non c'è nessuno" dove racconta la sua infanzia vissuta a Treia.
In occasione del gioco del pallone a braccio, dalla finestra del locale veniva calato fino all'arena sottostante un cesto con vino e birra per i giocatori.
Oggi è un ristorante dove si servono piatti tipici della tradizione culinaria del maceratese

Agli inizi di Agosto si svolge nella Piazza la “disfida del bracciale”. Gara, rigorosamente in costume, dello storico gioco rinascimentale del pallone al bracciale.

Nelle antiche sale dell'Accademia Georgica sono conservate opere d'arte, un patrimonio librario di 12.000 volumi, 1200 pergamene e incunaboli, codici, conii, sigilli.
 
 
 

Le Attrazioni di Treia

 
 Posizione attrazione