Sisto V a Montalto delle Marche e Grottammare

 

La disputa tra Montalto e Grottammare circa il luogo di nascita di Sisto V, ha origini assai remote, risalenti al secolo XVII. È però ormai assodato che Felice Peretti (nome di Sisto V prima del pontificato) nasce a Grottammare, da famiglia di sicure e antiche origini montaltesi, nel dicembre 1521. Dunque, luogo di nascita fortuito, dovuto alla fuga dei suoi genitori in seguito alla guerra fra Leone X e il duca di Urbino.
Già da Cardinale il Peretti onora la sua “patria carissima” di Montalto con la fondazione di una scuola e altre donazioni, ma la sua attenzione aumenta quando nel 1585 diviene Papa: concede somme di denaro, il diritto della nomina diretta del Podestà, permette il libero commercio, oltre all’esenzione delle tasse, fino a donare, nel 1586, il preziosissimo reliquiario, eccellente opera di alta oreficeria di scuola parigina, un prezioso reliquario appartenuto a Paolo II, conservato nelle sale del Museo Sistino Vescovile dedicate al Pontefice. Dopo aver eretto Montalto al rango di città e di Diocesi gli concede anche di essere il centro giuridico e amministrativo del Presidiato, fino a fondare una Zecca che battesse autonomamente moneta.
Altrettanto onorata è stata Grottammare, la città che aveva visto nascere Sisto V. Appena eletto Papa vuole formarvi una scuola pubblica, così da consentire agli alunni il passaggio diretto agli studi di medicina, legge e filosofia. Più tardi, concede a due giovani di Grottammare dei posti presso il Collegio Montalto di Bologna e crea infine un Monte frumentario e un Monte di pegni. In corrispondenza dei grandi lavori edilizi di Montalto, inoltre, Sisto V vuole erigere, nel luogo della sua casa natale, una chiesa dedicata a S. Lucia (giorno della sua nascita) chiamando l’architetto Domenico Fontana. Il Papa attribuisce un’importanza particolare alla costruzione della chiesa, e ciò è testimoniato dalle preziose suppellettili lì custodite, tra cui il calice e i paramenti. Purtroppo la morte di Sisto V sopravviene il 23 agosto 1590 quando la chiesa era appena iniziata ed è quindi sua sorella Camilla a portare a termine l’operazione, nel 1595, con una spesa di oltre 25.000 scudi. Di lì a pochi anni la chiesa verrà elevata al rango di collegiata da Clemente VIII.

Come Papa amministrò con intelligenza le risorse finanziarie dello Stato Pontificio e, nella Roma del suo tempo, fu artefice di grandiose opere urbanistiche ed architettoniche. Morì il 27 agosto 1590 nel palazzo del Quirinale. Nel Piceno numerose sono le chiese e le opere d'arte legate al suo nome.


 

Sisto V a Montalto delle Marche e Grottammare

Piazza Sisto V
Montalto delle Marche (AP)
0736.828015 (Comune) - 347 3804444 (Museo Sistino) 0736.828002 (Comune)


Appartiene a: Terra di Papi
 
 

Le Attrazioni di Montalto delle Marche

 
 Posizione attrazione
 Struttura ricettiva
 Evento
 Attrazione
 
 

Attrazioni di Montalto delle Marche in Evidenza

Scopri l'attrazione: Sisto V a Montalto delle Marche e Grottammare

Sisto V a Montalto delle Marche e Grottammare

La disputa tra Montalto e Grottammare circa il luogo di nascita di Sisto V, ha origini assai remote, risalenti al secolo XVII. È però ormai...

Scopri l'attrazione: Museo Vescovile

Museo Vescovile

Inaugurato nel marzo 2002, il museo sorge nell’edificio ottocentesco dell’ex seminario vescovile ed ospita opere d’arte provenienti da...

Scopri l'attrazione: Basilica Cattedrale S. Maria Assunta e S. Vito

Basilica Cattedrale S. Maria Assunta e S. Vito

La chiesa di Santa Maria Assunta è il duomo di Montalto delle Marche. La diocesi di Montalto fu fondata da papa Sisto V nel 1586. Alla sua morte (1590)...

Scopri l'attrazione: Musei Civici - Pinacoteca – Museo Archeologico – Museo “L’Acqua, la Terra, la Tela”

Musei Civici - Pinacoteca – Museo Archeologico – Museo “L’Acqua, la Terra, la Tela”

I musei sono ubicati nello Storico Palazzo Comunale, edificio del 1587. la pinacoteca raccoglie parametri, arredi sacri e dipinti che provengono da edifici di...

Scopri l'attrazione: Museo delle Tombe Picene

Museo delle Tombe Picene

Venti tombe picene restaurate e risalenti al VI-VII secolo avanti Cristo, con tutto il loro corredo di oggetti matrimoniali, fibule in bronzo e ambra, spade e...

Scopri l'attrazione: Santuario di San Tommaso Becket di Canterbury

Santuario di San Tommaso Becket di Canterbury

Il 1° dicembre 1617, il consiglio comunale di Montedinove dava l'assenso, come volevano le leggi ecclesiastiche, per l'erezione di un convento di Frati...

 

Itinerari per visitare Montalto delle Marche

Scopri l'itinerario: Terra di Papi

Terra di Papi

Magnifici luoghi in cui i Pontefici hanno fatto la storia

The Genius of Marche Arte e Cultura   Spiritualità e Meditazione   3 giorni

Scopri l'itinerario: Itinerario Sistino ai confini del Piceno

Itinerario Sistino ai confini del Piceno

In un fazzoletto di 30 Km tra la marca fermana e ascolana, ancora oggi si può percepire e toccare con mano la storica presenza di Papa Sisto V, tra l’eredità di opere, gioielli preziosi e palazzi monumentali, simbolo dell’attaccamento del Pontefice per la sua terra d’origine.

The Genius of Marche Arte e Cultura   Spiritualità e Meditazione   Dolci Colline e Antichi Borghi   2 giorni

 

dal Blog #DestinazioneMarche