San Severino Marche - Chiesa e Convento S. Maria delle Grazie -Santuario di S. Pacifico

 

Sulla sommità della collina che sovrasta San Severino Marche sorse un eremo nel 13º secolo, in cui vi furono alcune canonichesse di Sant'Agostino fino al 1436, anno in cui il Convento fu affidato ai frati francescani minori, ed è oggi il luogo di culto di San Pacifico Divini, il cui sepolcro si trova nella Chiesa.
La Chiesa del 12º secolo ha subìto varie ristrutturazioni. È caratterizzata da una scalinata e un maestoso portico di impostazione neoclassica. Il portale a sesto acuto è ancora quello originario che maestranze comacine eseguirono nella metà del quattrocento. L'interno a tre navate ha sulla destra la cappella di San Pacifico con l'arca del santo.  Alle spalle del complesso monastico e state eretta negli anni 60 la grande casa d'accoglienza San Pacifico, incombente con le sue strutture moderne. La casa d'accoglienza di S. Pacifico è aperta a tutti, anche per soggiorni di vacanza, ha 30 stanze con servizi, ristorante, bar, salone per convegni.
La chiesa primitiva di S. Maria sub monte “sotto il monte Aria” (XII sec.) con annesso convento retto dagli Agostiniani, passò nel XV secolo ai Frati minori osservanti, prendendo il titolo di S. Maria delle Grazie. Anch’essa ampliata e restaurata più volte, dell’antico prospetto conserva il portale gotico in laterizio formato da otto colonnine su cui poggiano altrettanti archetti avvolti in sculture di foglie e fiori tra i quali sono accovacciati vari animali. Le forme attuali si devono ai rifacimenti voluti dal conte Severino Servanzi Collio che, a seguito della canonizzazione di Pacifico Divini (XVII sec.), nel 1842 finanziò i lavori per la chiesa che custodiva le spoglie del santo compatrono della città e del quale la chiesa francescana era destinata a diventare il santuario.

 


 
 
 

Le Attrazioni di San Severino Marche

 
 Posizione attrazione