Museo Civico Archeologico

 
Il Museo, inaugurato nel 1976 e costituito da reperti di proprietà comunale, è dedicato soprattutto ai materiali provenienti dal municipio romano di Treia, rinvenuti in buona parte nel corso degli scavi diretti verso la fine del XVIII secolo dal treiese Fortunato Benigni. Numerose sono le iscrizioni, ma non mancano ritratti e frammenti di statue; l'unico oggetto fittile è un frammento di dolio, trovato di recente nei pressi del convento del SS. Crocefisso. Strettamente connessa alla collezione civica è quella murata sulla facciata esterna del campanile, sulle pareti dell'ingresso del convento e lungo il muro perimetrale dell'orto del Santuario del SS. Crocefisso, eretto nel sito dell'antico municipium e sulle rovine di un tempio dedicato a Iside ed Osiride. Questa seconda raccolta è formata da sessanta pezzi di età romana e da diciotto di epoca tardoantica e altomedievale.

Visita la pagina dedicata nel portale regionale della Cultura
 
 
 

Le Attrazioni di Treia

 
 Posizione attrazione