Montefortino - Santuario della Madonna dell’Ambro

 

Definito anche la piccola Lourdes dei Monti Sibillini, il monumentale Santuario, in territorio di Montefortino, sorge isolato in uno scenario di rara bellezza a quota mt. 683 di altitudine, incastonato tra i Monti Priora e Castel Manardo, e prende il nome dal vicino torrente Ambro, affluente del Tenna.

Alle origini del culto mariano in questo luogo è un'apparizione narrata in una lapide dietro l'altare della Madonna con le seguenti parole: " Nel maggio del Mille la Vergine SS., cinta di straordinario splendore, apparve in questa sacra roccia all'umile pastorella Santina, muta fin dalla nascita. La fanciulla ottenne il dono della parola in premio delle preghiere ed offerte di fiori silvestri che ogni giorno faceva all'immagine della Madonna, posta nella cavità di un faggio" .

A seguito di tale evento fu eretta una primitiva cappella che fu poi arricchita di beni dai signori feudatari del luogo nel 1073. Nel 1595 il Comune fece costruire una Cappella e nel 1602 la sacra immagine della Madonna dell’Ambro fu traslata nella nuova sede. La costruzione della chiesa richiese tempo, oltre trent’anni.

Pittori e scultori quali Martino Bonfini da Patrignone (XVII sec), Domenico Malpiedi (1634), Virginio Parodi, della scuola Vaticana (1928) hanno decorato nel corso del tempo la Cappella della Madonna.

Attualmente il Santuario è custodito dai Padri Cappuccini che si sono presi cura del restauro e della sistemazione della sua area.

 

 


 
 
 

Le Attrazioni di Montefortino

 
 Posizione attrazione