Chiesa di S. Agostino

 

Lungo via Silvio Pellico sorge l'ex complesso di S. Agostino, oggi usato come sede del Centro Culturale 'Ferdinando Scarfiotti'. Incerta è la data del rifacimento del complesso di S. Agostino, in particolare della chiesa. Il primo documento, che attesta la presenza degli Agostiniani a Potenza Picena risale al 1250, quando la chiesa era intitolata a S. Maria Maddalena. E´ probabile che il convento fosse stato ricostruito o, quanto meno, rimaneggiato, attorno all'anno 1420. Fino al primi decenni del Settecento la chiesa era a due navate, con quattro archi, otto altari e tre porte; tracce di due aperture sulla strada pubblica, sono visibili anche oggi. La sistemazione attuale viene fatta risalire alla metà del Settecento e i lavori si sono protrassero fino agli anni Settanta del secolo. Circa i dipinti che osavano il tempio, di rilievo il S. Nicola da Tolentino intercede per le anime del Purgatorio, attribuito alla scuola di Cristoforo Roncalli, detto il Pomarancio e una pittura lignea di Bernardino di Mariotto (1506) raffigurante la Madonna col Bambino tra i Santi Antonio e Francesco e Angeli musicanti. L'organo del maestro Giovanni Fedeli di Rocchetta di Camerino è uno strumento di particolare pregio (1757). E' collocato al centro della zona absidale, sotto un grande dipinto di Piero Tedeschi (1750-1805) raffigurante la Maddalena ai piedi della Croce.


 
 
 

Le Attrazioni di Potenza Picena

 
 Posizione attrazione
 Struttura ricettiva
 Evento
 Attrazione
 

Itinerari per visitare Potenza Picena

Scopri l'itinerario: Le spiagge di sabbia

Le spiagge di sabbia

Litorali accoglienti o calette selvagge, il mare per tutti i gusti

Marche in Blu   6 giorni

Scopri l'itinerario: Le Bandiere Blu

Le Bandiere Blu

Un'ampia offerta certificata di spiagge accoglienti

Marche in Blu   6 giorni

Scopri l'itinerario: Spiagge Dog-Friendly

Spiagge Dog-Friendly

Un Paradiso per gli amici a quattro zampe

Marche in Blu   1 giorno

 

dal Blog #DestinazioneMarche