Chiesa dei Ss. Vincenzo e Anastasio

 
La chiesa intitolata ai Santi Vincenzo e Anastasio si affaccia su Piazza Ventidio Basso. L’edificio originario fu costruito nel secolo XI, sopra un preesistente tempio ipogeo del secolo VI: aveva base quadrangolare e torre campanaria staccata. Alla fine del Trecento, l’edificio stesso fu ampliato e strutturato in tre navate, il prospetto fu portato a termine e il campanile fu accorpato. La facciata, davvero originale, è rettangolare e si suddivide in 64 riquadri, su cui erano dipinti a fresco personaggi ed episodi tratti dal Vecchio e del Nuovo Testamento, ed era considerata una meravigliosa pagina della "Bibbia dei poveri", che il tempo ha cancellato. Il portale – del 1306 – è riccamente decorato e presenta colonnine tortili e una lunetta con tre sculture che rappresentano la Madonna col Bambino e i Santi Vincenzo e Anastasio. L’interno, a tre navate, presenta pareti costruite in pietra e una copertura a capriate lignee. Sotto il presbiterio si estende la cripta, che risale al VI secolo: vi che conserva una piccola vasca, detta Pozzo di San Silvestro, da cui sgorgava un'acqua ritenuta miracolosa, come attestato dal ciclo di affreschi del Trecento dedicato alla leggenda del Santo.La sorgente fu deviata nel 1895.

Foto tratta dal canale Flickr di Marche Tourism
 
 
 

Le Attrazioni di Ascoli Piceno

 
 Posizione attrazione
 Struttura ricettiva
 Evento
 Attrazione
 

Itinerari per visitare Ascoli Piceno

 

dal Blog #DestinazioneMarche