Castello di Belvedere

 

Il Castello di Belvedere dista circa 16 km da Fabriano e si trova tra l'Appennino e il Monte Rogedano ad un’altitudine di mt. 630, in posizione dominante la valle di  Salmaregia. Controllava una delle strade più importanti che dal territorio montano portava verso le valli di Serradica e Valleremita.

Fu edificato all’inizio del 1300, data la sottomissione del vicino castello di Orsara a Fabriano nel 1255 e in seguito demolito nel 1390.

Il castello, il più grande della valle,  disponeva di mura che circondavano il villaggio avente, come attualmente, forma rettangolare.  A tratti le mura si allargavano all’esterno per formare un ampio baluardo.

La torre, quadrata e massiccia, assomigliava a quella di Salmaregia e si ergeva sulla estremità settentrionale. Ne resta ancora la base. I lati esterni misuravano metri 7,20.

Il palazzo del castellano era annesso alla torre.

Svolse funzioni sia difensive sia offensive nelle guerre tra Fabriano e Gualdo, Nocera e Camerino.

Durante l’assenza dei papi in Avignone nel 1379 fu preso da Perugia e da Camerino per poi tornare a Fabriano nel 1388.

Il castello godeva di un certo benessere tra la metà de l300 e gli inizi del ’400, era regolato dagli  statuti di Fabriano, disponeva di un castellano che amministrava la fortezza.

Fu quasi  distrutto dalle truppe dello Sforza e ricostruito solo verso la fine del XV secolo.

Il patrono S.Ilario  viene festeggiato il 13 gennaio. Nella chiesetta a lui dedicata si trovano due statue antiche dedicate alla Madonna e di particolare interesse è un Crocifisso trecentesco attribuito a Francesco di Bocco.

A seguito del sisma del 1997 si è potuto recuperare totalmente l'antico castello.


 
 
 

Le Attrazioni di Fabriano

 
 Posizione attrazione
 Struttura ricettiva
 Evento
 Attrazione
 

Itinerari per visitare Fabriano

 

dal Blog #DestinazioneMarche