Le vie della fede

Nelle Marche la Spiritualità ha potuto svilupparsi in spettacolari contesti naturali ed urbani, che tuttora conservano un indiscutibile fascino, accogliendo figure di alta spiritualità quali San Romualdo, che fondò l'Abbazia di S. Salvatore di Valdicastro a Fabriano (AN) e San Pier Damiani, che guidò il Monastero della Santa Croce di Fonte Avellana a Serra Sant'Abbondo (PU).

I Camaldolesi, i Cistercensi e poi i Francescani costellarono il territorio di Eremi, Monasterialcuni dei quali ancora oggi aperti ad ospiti e visitatori, e Abbazie.

Già nell’Alto Medioevo, il Piceno divenne terra d’elezione dei monaci Farfensi come nel caso di Santa Vittoria in Matenano.

Nel XII secolo, i Cistercensi di San Bernardo scelsero come sedi delle proprie abbazie due località marchigiane: Chiaravalle (AN) con l'Abbazia di Santa Maria in Castagnola, nelle campagne della Vallesina e a Tolentino (MC) con l'Abbadia di Fiastra, nella Valle del Chienti. 

Le Marche sono intrise della figura di San Francesco d’Assisi. Il primo viaggio storicamente documentato di San Francesco nelle Marche risale infatti al 1208 e riguarda, in particolare, la cosiddetta Marca di Ancona; ad esso ne seguirono numerosi altri fino al 1219. A questi viaggi si ispira il Cammino Francescano della Marca. Il Francescanesimo ha contrassegnato in modo significativo la storia culturale e religiosa delle Marche lasciando numerose testimonianze in Chiese e Conventi

Le Marche hanno dato i natali a diversi Santi che hanno segnato la storia e la cultura marchigiana, in particolare si evidenziano San Giacomo della Marca a Monteprandone (AP), San Nicola a Tolentino (MC) e Santa Maria Goretti a Corinaldo (AN).

Sono altresì numerosi i Santuari presenti nelle Marche, ma su tutti spicca la Santa Casa di Loreto definita da Giovanni Paolo II “il vero cuore mariano della cristianità”. La Santa Casa di Loreto si può raggiungere tramite i Cammini Lauretani.
 
 

Attrazioni

Le vie della Fede

Ricerca

 

Risultati della ricerca