Un’esplorazione per i luoghi meno noti ma estremamente affascinanti nelle Marche, con l’ABBAZIA DI SANT’URBANO un vero gioiello di arte romanica, bella e armoniosa fuori, ma l’interno è veramente sensazionale. Si tratta di una chiesa dentro un’altra chiesa che a sua volta risiedeva al posto di un precedente tempio pagano e di tutti questi “passaggi”, l’attuale abbazia ne mostra orgogliosamente traccia.

Si scendono solo alcuni gradini per entrare in un ambiente incredibilmente speciale ed anomalo, la chiesa dei laici, divisa da quella dei monaci in una zona sopraelevata. Non bisogna avere fretta, ma godersi ogni particolare che questo luogo di preghiera e di  storia sa trasmetterci. I capitelli presenti nella Abbazia sono scolpiti riccamente e rappresentano lotte o scene di caccia con animali immaginari, tipici simboli medievali come delfini, pesci e galli. Numerose poi le decorazioni con fiori e fogliame. Alcuni di questi è probabile che provengano dall’ antico tempio pagano, le cui rovine erano ancora presenti in quell’area, riutilizzate poi per la costruzione della originaria Abbazia.

Un altro livello invece è quello della splendida cripta ricca di colonne e capitelli decorati. Una particolarità è rappresentata da un oblò sulla parete esterna tra le arcate sovrastanti le mura. Il 25 maggio, giorno di Sant’Urbano, (per alcuni anche il 19 luglio) il sole filtrando dall’oblò in alto illuminerà con precisione un cerchio posizionato nella parte bassa, a sinistra dell’ingresso.

EREMO DEI FRATI BIANCHI

Questo “luogo del silenzio” conosciuto anche come EREMO DELLE GROTTE per le insenature di tufo in cui il sito è incastonato, è oggi noto come EREMO DEI FRATI BIANCHI, dal saio candido indossato dai frati Camandolesi che lo abitarono.La prima grotta fu costruita dal virtuoso eremita Giovanni Maris del Massaccio per estraniarsi dal resto del mondo, ma poi le grotte diventano nascondiglio per i frati braccati dall’Inquisizione.

Attualmente questo luogo di preghiera è utilizzato anche come “location” per matrimoni, data la spettacolarità scenografica del sito, ma è famoso anche per i suoi vini preservati nelle cantine, visitabili solo in gruppo.

Oltre al grande parco curatissimo antistante l’Eremo, potrete godere della pace e della serenità trasmessi dal bosco affiancato da un ruscello e da una serie di cascate e laghetti che atttraverserete per giungere nel sito di preghiera. Questo bosco conserva ancora il  suo aspetto primordiale che nel resto della Regione è andato via via scomparendo, e continua subito nel retro dell’Eremo, in una vasta area privata e quasi vergine.

– Tempo di tour: 2,5 ora
– Difficoltà: Facile/turistica
– Dog-friendly: Si per il walking tour (tutto in esterno)

da € 10.00

Quota per persona escursione - min. 6 persone. L'escursione può essere richiesta anche per un numero inferiore di persone il costo totale è di 60 €. Possibilità di programma personalizzato anche per gruppi

Vi proponiamo anche un tour speciale con sommelier: CUPRAMONTANA e le sue CANTINE (su richiesta per gruppi e minigruppi, min. 15 persone)

POSSIBILITA’ di PERNOTTAMENTO in varie tipologie di strutture ricettive – prezzi speciali per GRUPPI ed INDIVIDUALI

Per un week end particolare, vi consigliamo un programma con trattamenti benessere inclusi con soggiorno in un Borgo storico con adiacente un castello (anche per individuali) – info e richieste: info@greenwich.it

A causa del sisma del 2016, l’Abbazia di Sant’Urbano risulta inagibile momentaneamente inagibile, quindi visitabile solo all’esterno.