Montedinove

 
Località
Via Roma, 2 - Montedinove (AP)
0736.829410 0736.827403
 
Il centro storico, i monumenti e i musei del Comune sono parzialmente fruibili. Per informazioni  contattare 0733-52056


Montedinove
sorge su un colle a 561 m s.l.m.,  tra le valli dell'Aso e del Tesino, alle pendici del Monte Ascensione. Fa parte della Comunità montana dei Sibillini e rientra nell'associazione dei Borghi autentici d'Italia. Il territorio cittadino, abitato in epoca picena, accolse nel 578 gli ascolani che cercavano riparo dai longobardi. In seguito, il territorio fu donato nel 1039 da Longino all'abbazia di Farfa, e furono proprio i farfensi a costruire le fortificazioni a difesa del paese. Nel 1239 il paese subi l'assedio di Re Enzo e riuscì ad uscirne vittorioso dopo due anni. Nel 1279 il paese si elevò a libero comune, mentre nel 1586, sotto papa Sisto V, entrò nel Presidiato di Montalto. Nei secoli successivi Montedinove segue le sorti dello Stato della Chiesa e dell'Italia.
Passeggiando nel centro storico si rimane affascinati dalla bellezza dell'architettura e dalla ricchezza di particolari di indubbio interesse, come i lavatoi comunali, le "fontanelle dell'acquedotto del Polesio", lo stemma della congregazione dei "sutores" (sarti) del secolo XIV e la caratteristica ed elegante loggetta del sec. XV. Intorno alla piazza principale  sorgono il Palazzo Comunale con porticato e campanile, la chiesa di S. Maria de' Cellis, che testimonia la presenza dei Templari nelle zone del piceno, soprattutto per il particolarissimo portale, e la Chiesa di S. Lorenzo. Da visitare anche i resti delle fortificazioni, oggi ancora evidenti, come " la Porta della Vittoria", una delle due entrate al paese, già denominata "Porta Marina", del secolo XII e i ruderi della torre medievale anch'essa risalente al secolo XII. Nel borgo, oltre ai resti di un torrione, si nota un'abitazione con un’elegante loggetta di ispirazione rinascimentale, ma del XVIII sec. Al di fuori del centro abitato, sulla via Cuprense, si può visitare il santuario di S. Tommaso Becket, sorto nel XVII sec e dedicato al santo inglese fatto uccidere nel 1170 da Enrico II nella cattedrale di Canterbury.
I principali eventi che hanno luogo a Montedionve nel corso dell'anno sono : la Festa di San Tommaso (prima domenica di Giugno), la Festa di San Lorenzo (10 Agosto), Montedinove Sapori e Arte  (12 e 13 Agosto), E...state a Montedinove  (Agosto), Sibillini in Rosa (Novembre).

Il centro storico, i monumenti e i musei del Comune sono parzialmente fruibili. Per informazioni scrivere al Numero Verde del Turismo della Regione Marche (numeroverde.turismo@regione.marche.it) o contattare i telefoni indicati sotto.





 
 
 

Le Attrazioni di Montedinove

 
 Posizione attrazione
 
 

Attrazioni di Montedinove in Evidenza


-
 

Itinerari per visitare Montedinove