Province di Macerata, Fermo e Ascoli Piceno: Parco nazionale dei Monti Sibillini

 

Il Parco nazionale dei Monti Sibillini è un'area naturale protetta che tutela il massiccio montuoso omonimo estendendosi tra le regioni di Marche e Umbria, suddivisa su quattro province: Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Perugia.
Si sviluppa per una superficie di circa 71.437 ettari, su un terreno prevalentemente montagnoso. Il paesaggio predominante è quello del massiccio calcareo della catena degli Appennini.
Numerose sono le specie tipiche di questo territorio montuoso, come l’anemone alpino, l’asfodelo montano, la potentilla appenninica e la rara stella alpina.
Non mancano nemmeno le specie arboree che in autunno sono interessate dal foliage: Il giallo dei castagni, che in questo periodo lasciano cadere i loro frutti, si mescola al cremisi dell’acero passando per le sfumature arancioni dei faggi.
Un altro colore punteggia i versanti montuosi: il rosa delle mele dei Monti Sibillini, la cui forma irregolare e leggermente schiacciata è striata di questo colore. Si tratta di un frutto riscoperto in epoca recente, valorizzato da una coltivazione che non necessita di trattamenti particolari, che lo rende intrinsecamente biologico, ma ha origini antichissime: basti pensare che viene citato addirittura in un’opera del grande poeta latino Orazio.


 
 
 

Le Attrazioni di Visso

 
 Posizione attrazione