Grand Tour leopardiano

Dopo il grande successo del film “Il Giovane Favoloso” di Mario Martone, con oltre 1 Milione spettatori ed un incasso di più di 5 milioni di Euro, vi proponiamo un tour dei luoghi leopardiani più suggestivi delle Marche.

Dal borgo natìo di Recanati ai musei che contengono i frammenti della vicenda storica e letteraria di uno dei marchigiani più illustri e noti nel mondo.

In occasione dell’uscita del film la Regione Marche intende promuovere le bellezze artistiche e paesaggiste del territorio e a tutti gli spettatori del film “il giovane favoloso”, muniti di biglietto, sarà consentito visitare i musei marchigiani a prezzo scontato. Tra questi figura ovviamente Casa Leopardi. 
L'elenco dei musei che hanno aderito è disponibile su www.musei.marche.it »»


Recanati
Casa Leopardi, palazzi storici, ville private, esterni centro storico, paesaggi e giardini, chiesa, la piazza cinquecentesca di fronte alla dimora che  oggi è chiamata piazzetta del Sabato del Villaggio (vi si affaccia anche la casa dove visse e dove fu vista da Leopardi Teresa Fattorini, morta giovane e immortalata in A Silvia).  La casa natale di Giacomo Leopardi e la sua immensa biblioteca che conserva più di 20.000 volumi, costruita e costantemente aggiornata da Monaldo Leopardi, sono i luoghi dove si sviluppa principalmente la parte del film ambientata a Recanati.  » »

   
 
 

 


La Santa Casa di Loreto
La Basilica è oggetto sia di una scena con  ripresa da lontano dove si erge in tutta la sua maestosità  che di  una scena dove l’intero grandioso è  sede di una visita di Giacomo Leopardi con i fratelli e Pietro Giordani in occasione della sua visita a Recanati. »»


I Musei Civici di Macerata

Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi, in particolare Galleria dell’Eneide, capolavoro del ‘600.
Il piano nobile, di per sé gioiello decorativo di primo Settecento, è caratterizzato da l’enfilade di stanze con i soffitti a cassettoni e pitture di soggetto mitologico che conducono alla Galleria dell’Eneide, luogo  di rappresentanza dell’intero palazzo, che colpì negli anni Sessanta lo storico dell’arte Francis Haskell per l’estrema varietà dello schema decorativo, la profusione di marmi policromi, la straordinaria ricchezza dell’insieme.  »»

Galleria dell'Eneide La Galleria è stata location del film.
La scena si svolge a Roma e nella Galleria Giacomo Leopardi è in attesa di incontrare lo zio Carlo Antici.

 


Altri paesaggi e luoghi leopardiani:  Castelfidardo / Osimo / Filottrano


Il Museo Civico Diocesano Museo dei manoscritti leopardiani (Visso)

Il Museo-Pinacoteca Civico e Diocesano di Visso  conserva una vasta raccolta di opere d'arte a carattere sacro proveniente dal territorio vissano riconducibili ad un arco di tempo che va dal XII al XVIII secolo. Il Complesso ospita, inoltre, il Museo dei Manoscritti Leopardiani. Risale al 24 marzo 1868 la vendita di ventisette manoscritti originali di Giacomo Leopardi all'allora Sindaco di Visso G. Antinori da parte del preside del Liceo Galvani di Bologna Prospero Viani. Si tratta di sei Idilli (tra cui "L'Infinito" e "La sera del giorno festivo"), cinque sonetti, l'Epistola al Conte Carlo Tiepoli, quattordici lettere scritte tra il 1825 e il 1831 all'editore milanese Stella e un commento alle rime del Petrarca. »»

 


Le musiche di Rossini nel film

Gioachino Rossini amato da Giacomo Leopardi, è la colonna sonora insieme ad Apparat del film Il Giovane Favoloso.
La città di Pesaro ospita, per chi vuole conoscere il musicista, la Casa Rossini. »»

 

 

 

 

Contatti

Login