Un piacevole sentiero nella campagna marchigiana, accompagnati dal canto degli uccelli, conduce fino al lago della Grottaccia dove in passato si rifugiavano i briganti, oggi utilizzato per la pesca sportiva. Nei pressi, si possono ammirare le grotte scavate nel tufo, per cui questa zona tra Mondolfo, S. Costanzo e Stacciola è famosa.

E’ possibile percorrere quella formata da un cunicolo scavato ad “U”.

Una deviazione consente di raggiungere il piccolissimo centro di STACCIOLA VILLA, antico feudo arroccato attorno alla parrocchiale bianca di calcina. Famoso per la “crescia”.

Sosta pranzo libero o in locale convenzionato. Pomeriggio possibilità di partecipare al programma:
"Visite e degustazioni guidate Vini, Olio e Miele + Mondolfo"

Lungo il percorso, le zone panoramiche si alternano con zona di campagna e terreni dove tantissime formazioni marine del pliocene inferiore, con sabbia e arenarie, sono ben visibili. Durante il cammino lo sguardo può spaziare dalle dolci colline, fino al mare, tra Marotta, Senigallia e Ancona. Possiamo trovare anche antiche fonti che consentivano agli abitanti di approviggionarsi: quella piccola di Stacciola e quella grande di Mondolfo, dove l’acqua è incanalata in lavatoi, cannelle e abbeveratoi.

Numerosissimi sono gli uccelli che si possono incontrare in questa zona, ma la caratteristica di quest’area, sono i nidi creati dal Gruccione, uccello migratore, che nidifica nelle scarpate di sabbie della valle.

L’itinerario prosegue fino a SAN COSTANZO che custodisce un ben curato bel centro storico, il teatro della Concordia  e la pinacoteca del Comune.

– Tempo di tour: 3,5 ora
– Difficoltà: Facile/turistica
– Dog-friendly: Si per il tutto il tour

POSSIBILITA’ di PERNOTTAMENTO in varie tipologie di strutture ricettive – prezzi speciali per GRUPPI ed INDIVIDUALI

da € 10.00
Quota per persona escursione - min. 6 persone. L'escursione può essere richiesta anche per un numero inferiore di persone il costo totale è di 60 €